Il trading online: caratteristiche principali

Cos’è il trading online

Quando si parla di trading online si parla di compra-vendita di una varietà di strumenti finanziari tramite una serie di trattative e contratti che vengono realizzati esclusivamente via internet. Forex Market, Opzioni Binarie e tutti i Mercati e Borse del mondo oggi operano in alcuni casi esclusivamente online o comunque hanno una vasta sezione su cui si può investire via internet. In Italia il trading online si è sviluppato a partire dal 2000 con l’avvento delle reti di internet veloce, che hanno permesso soprattutto ai piccoli speculatori di poter conoscere l’esistenza del mondo del trading via internet, appassionarvisi ed iniziare ad investire.

Come diventare trader

Per poter operare nel trading online, un piccolo speculatore deve per prima cosa rivolgersi ad un broker, ossia deve aprire un account con una società di brokeraggio che faccia da tramite con il mercato. I broker online fanno uso di piattaforme di trading, delle interfacce molto funzionali che permettono in pochi click di effettuare tutte le diverse operazioni di compra-vendita e di avere tutte le informazioni necessarie sempre a portata di mano.
money-management-head
A seconda del broker e del mercato che si sceglie, il trading online può prevedere la compra-vendita di titoli, obbligazioni, futures, cfd, valute, materie prime eccetera. Sicuramente tra gli interessi maggiori per chi si affaccia per la prima volta nel mondo del trading online ci sono le Opzioni Binarie e il Forex Market, che offrono la possibilità di piccoli investimenti e permettono di operare anche avendo solo conoscenze di base del mondo finanziario.

Sicurezza e rischi nel trading online

Lo sviluppo del trading online ha portato alla nascita di una serie di “leggende” su questo modo di fare profitto. Una delle più false è sicuramente che il trading online sia una truffa. Molto spesso, infatti, si è verificato che traders ingenui o poco esperti, abbiano effettuato investimenti sbagliati scaricando poi la colpa del loro insuccesso sui broker e sul trading. Bisogna sottolineare che fare trading online è un’attività sì lucrativa, ma anche rischiosa, soprattutto se non si hanno gli strumenti e le conoscenze per operare in questo settore.

Tra gli strumenti più rischiosi del trading online vanno evidenziati quelli che fanno uso della leva, che se da un lato permette di incrementare i propri guadagni in caso di trading andato a buon fine, in caso contrario può procurare perdite ingenti. Come per gli altri strumenti di trading è importante quindi, prima di utilizzare la leva, imparare a conoscerne le caratteristiche, i pregi e i difetti.

Naturalmente oltre al rischio, i trader hanno anche una serie di sicurezze, in particolare quella di una regolamentazione seria degli operatori del trading online da parte di enti preposti al controllo delle attività dei broker e del mondo del trading.
In Italia l’ente che controlla e regolamenta il trading online è la Consob. Quando si sceglie un broker quindi, è bene controllare che esso sia riconosciuto dalla Consob, ossia iscritto nei suoi registri o almeno in uno degli enti regolatori del trading della Comunità Europea. Scegliere un broker non riconosciuto dalla Consob non è vietato, ma non sempre è garantita la tutela ed il rispetto della normativa vigente sul trading online.