rischi del trading online

Trading Online e Forex, di che cosa parliamo?

Cos’è il trading online
Per TOL, o trading online, si intende la compravendita di strumenti finanziari, quali azioni, obbligazioni, fondi, valute, titoli di stato, derivati e altri, tramite Internet. Arrivata in Italia nel 1999, si tratta di un servizio regolamentato dalla Consob in ogni suo aspetto che consente l’acquisto e la vendita online dei prodotti su citati.

Che cosa serve? Un personal computer, una connessione Internet e ovviamente anche una somma di denaro da investire e un minimo di conoscenze e competenze da parte dell’investitore. Oggi giorno un conto bancario o postale online offre l’accesso al servizio di TOL, di fatti esistono tantissime società, autorizzate da Consob, ad offrire piattaforme digitali su cui effettuare tale attività

I vantaggi del Trading Online
L’operare online comporta una serie d’indubbi vantaggi. Innanzitutto le commissioni sulle operazioni sono meno costose, ma il beneficio principale sta nel fatto che l’investitore può monitorare i titoli, può visualizzare le quotazioni e gli andamenti tramite grafici in tempo reale, in maniera da poter fare scelte d’investimento giuste e tempestive visto che si hanno informazioni continue e dinamiche sull’apertura e la chiusura dei titoli azionari, può visualizzare la quotazione dei fondi e dei titoli, le variazioni dei tassi di cambio, ecc.
Ma non solo, in quanto tramite il trading online si ha accesso a tutta quella serie di informazioni globali che possono influenzare l’andamento di titolo, così come informazioni più specifiche riguardanti il soggetto emittente, quindi informazioni sulla società riguardanti i suoi aspetti economico-finanziari e se questa intraprende operazioni di finanza straordinaria.

I rischi del Trading Online
Il Trading online non è certo un’attività priva di rischi poiché le somme da inventore non saranno certo esigue e inoltre si tratta di operazioni riservate a gente esperta e competente, a professionisti del settore e non certo alla casalinga o l’operaio come spesso viene promesso da dubbie pubblicità online che parlano di operazioni semplici, alla portata di tutti e dal guadagno sicuro.
I rischi sono quindi connessi alla potenziali perdite che possono essere sostenute e soprattutto, visto che non ci sono limiti alle operazioni giornaliere effettuabili, si corre il rischio di sviluppare una sorta di dipendenza dal TOL, con l’illusione di considerarla a tutti gli effetti un attività lavorativa.

rischi del trading online

Modi di operare col trading online
In base al tempo e all’uso che un investitore fa del trading online, si possono distinguere tre tipologie di TOL, secondo il modo di operare:

Lo scalping, cioè un’attività notevolmente speculativa effettuata per di più su titoli azionari, che riguarda l’apertura e la chiusura di transazioni finanziarie nell’arco di pochissimo tempo. Si parla di minuti e, infatti, lo scalping è un’operazione che viene effettuata più volte nell’arco di una giornata.

Il daily trading, cioè operazioni d’investimento che si effettuano nell’arco di un intera giornata(24h); riservato a trader abbastanza esperti e con capacità di sopportare alti livelli di stress visto che c’è da seguire contrattazioni e investire e diversificare per una giornata intera onde evitare che l’investimento possa andar male.

L’open trader, che hanno un periodo temporale casuale, ovvero gli investitori effettuano operazioni in maniera random solo all’uscita di determinati dati o informazioni

Forex
Nell’ambito del trading online è stato coinvolto anche Forex (foreign exchange market), il mercato monetario più grande al mondo per volume di transazioni dove avvengono transazioni di scambio tra diverse valute.
Tramite forex trading avviene online la compravendita di valute: queste vengono scambiate in coppia (esempio euro-dollaro) e il guadagno dell’uno e la contemporanea perdita dell’altro sta nel cambio di valore che queste hanno al momento dello scambio.

Il funzionamento di tali transazioni, detto in soldoni, sta tutto nel cercare guadagnare speculando sui rapporti di cambio esistenti tra due valute differenti, quindi comprare una valuta con basse quotazioni che si prevede aumenterà il suo valore e contemporaneamente vedere una valuta che aveva una quotazione più elevata.

Fonte: FXGM e Trading Online